La gestione del tempo sul lavoro è un problema?

Non sai come organizzare le tue attività professionali o si studio?

Ti perdi in distrazioni e non riesci proprio a essere concreto e operativo al massimo?

Ecco a te una tecnica di gestione del tempo di straordinaria efficacia per affrontare al meglio i tuoi progetti e i tuoi impegni di lavoro o di studio.

Il tempo è tuo amico

Il tempo è la risorsa più preziosa che abbiamo e non va sprecato, soprattutto in un mondo che va in fretta come quello di oggi: devi cercare di essere sempre organizzato nel lavoro, nello studio e in tutte le attività quotidiane che ti trovi a dover affrontare.

Con il metodo per la gestione del tempo che ti spiegherò in questo articolo sarai in grado di svolgere tutti i tuoi compiti in maniera rapida ed efficiente, così potrai riuscirai a recuperare tempo libero da dedicare a quello che ti piace fare, un hobby particolare, uno sport, leggere una montagna di libri o, semplicemente, oziare 🙂

 

La tecnica ideale per la gestione del tempo

Armati di una matita e di qualche foglio di carta. Dividi il foglio in tre colonne – quella centrale molto ampia, quelle esterne qualche centimetro – e una decina di righe.

Comincia a scrivere le attività della giornata sulla colonna centrale, così come ti vengono in mente e possibilmente in ordine decrescente di importanza – la più urgente in cima, la meno in fondo – o cronologico.

Cerca di essere il più preciso possibile nella descrizione delle attività, per esempio:

NO

  • Scrivere un articolo
  • Studiare storia
  • Fare relazione

SI

  • Scrivere l’articolo sulla gestione del tempo
  • Studiare la caduta dell’Impero Romano
  • Relazione sul venduto per l’anno 2014

 

Scritte tutte le attività non ti resta che procurarti l’ingrediente segreto: un timer da cucina. Proprio quello con cui tua madre o tua moglie cucina alla perfezione quelle squisite torte!

Il nome di questa tecnica è Pomodoro Technique, perché l’ideatore per i suoi esperimenti di gestione del tempo ha usato un timer a forma di pomodoro…

 

timer-mela
Non hai trovato il pomodoro? Va bene uno qualsiasi: ecco il mio a forma di mela

 

 

Come funziona la Tecnica del Pomodoro

Posiziona il timer di fianco alla tua postazione di lavoro e impostalo su 25 minuti.

Immergiti totalmente nell’attività in cima alla lista e cerca di svolgerla al meglio senza soffermarti troppo sui dettagli. Torniamo agli esempi:

  • Stai studiando? Leggi il capitolo del libro tutto d’un fiato senza soffermarti su ciò che ho capito meno, ci ritornerai sopra più tardi.

Allo scoccare del timer interrompi immediatamente quello che stai facendo – il suono deve essere molto forte perché può capitare di non sentirla tanto sarai preso dall’attività – e segna una x nella colonna a destra dell’attività sul tuo foglio.

 

A questo punto dedica 5 minuti ad altro: controlla le previsioni del tempo, leggi la mail, prenditi un caffè, riposati. Fai quello che vuoi ma non pensare all’attività appena svolta o alla successiva: ti servirà per rilassare la mente per affrontare una nuova sessione di lavoro.

Terminato questo tempo riprendi l’attività interrotta o iniziane una nuova – nel caso in cui la precedente fosse terminata – settando il timer nuovamente sui 25 minuti.

Ricorda:

Il Pomodoro è un’unità atomica di tempo di 25 minuti che non può essere divisa.

 

Ogni tua attività deve durare almeno un Pomodoro, in caso contrario puoi dedicare il tempo restante a “rifinire” l’attività stessa.

Al termine di quattro Pomodori prenditi una pausa di 25 minuti per recuperare le energie.

Completati i lavori potrai verificare quanti Pomodori hai impiegato per svolgere le tue attività: questo ti sarà molto utile per definire i tempi di impegno delle varie attività e a stabilirne i relativi costi nel caso fossi un professionista.

 

Sarai più efficace

Forse sarai scettico nell’adottare questa tecnica di gestione del tempo, ma ti posso assicurare che ti darà delle grandi soddisfazioni, così come le sta dando a me nell’organizzione delle mie attività quotidiane per il blog.

Se seguirai questi consigli, diventerai più efficiente e completerai le attività in un tempo minore rispetto a oggi.

Nei prossimi articoli ti parlerò di come gestire le interruzioni interne ed esterne, a creare un magazzino di attività e a preventivare i Pomodori.

 

 

P.S.: A proposito, per scrittura, correzione, rifinitura e condivisione di questo articolo ho impiegato complessivamente 3 Pomodori.

About the Author Daniele Donati

Sono Daniele Donati, blogger, copywriter e webwriter. Per conoscermi meglio leggi la mia pagina

Share your thoughts

Your email address will not be published. Required fields are marked

  1. Ciao Daniele
    interessante articolo e molto utile! Una domanda, la colonna di sinistra serve a qualcosa? Magari mi è sfuggito nell’articolo…

    Io invece del pomodoro (che non ho ancora comprato), utilizzo il timer sul mio smartphone. Imposto il tempo in modo diverso, 30 minuti di lavoro, 10 minuti di pausa. Ogni 4 step di lavoro, faccio mezz’ora di pausa.

    Credo che comunque lo scopo sia sempre lo stesso no? Io almeno mi trovo bene in questo modo 🙂

    Saluti

    Claudia

    1. Ciao Claudia,
      grazie per il tuo commento.
      Nella colonna di sinistra puoi aggiungere la data, una numerazione delle attività o anche delle note che ti potrebbero servire. Diciamo che è una colonna a nostra disposizione.

      Per quanto riguarda lo “strumento”, esistono anche delle app nate proprio con questo scopo: prova a cercare sullo store del tuo smartphone o tablet (Android, Apple o Windows che sia) tecnica del pomodoro o solo pomodoro e vedrai che ne troverai tantissime.

      Fammi sapere se hai altri dubbi o come ti stai trovando.

      Ciao
      Daniele

  2. Ciao Daniele è sempre divertente e piacevole leggere il tuo blog. Ti ringrazio per la tecnica del pomodoro posso insegnarla anche a mio figlio per fare i compiti a casa. Dovrebbe essere divertente.

    1. Ciao Augusto, grazie per i complimenti.
      Si in effetti la tecnica del pomodoro potrebbe essere molto utile per i bambini, per impegnarsi divertendosi.
      Facci sapere se anche a tuo figlio è della nostra stessa idea! 🙂

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}